L'Esercito Russo riceve pannelli solari

L'Esercito Russo riceve pannelli solari

L’esercito russo ha ricevuto il primo lotto di pannelli portatili di energia elettrica autonoma da 30, 50 e 100 wt.

“Il primo lotto di queste fonti è arrivato alle strutture di stoccaggio di ingegneria centrale e ora viene inviato alle unità delle truppe di ingegneria”, ha detto l’ufficio stampa del ministero.

“Come loro caratteristica innovativa, le batterie solari utilizzano convertitori fotovoltaici di fabbricazione russa fabbricati con tecnologia moderna con un fattore di efficienza di oltre il 20% nella loro progettazione.”

“Queste fonti di energia sono progettate per svolgere compiti in assenza di alimentazione elettrica centralizzata”, ha aggiunto l’ufficio stampa.

Defence Insight Analysis

Mentre le forze militari di tutto il mondo aumentano il suo uso di UAV e droni in sorveglianza, ISTAR e combattimenti all’estero, aumenta il pericolo rappresentato da una minaccia in patria.

Molti voli di droni sono pilotati da soldati situati nella terraferma, anche quando i droni sorvolano l’Iraq o la Siria. Quei piloti e i loro sistemi C2 dipendono dalla rete elettrica locale: grande, complessa, interconnessa e molto vulnerabile agli attacchi.

Senza elettricità dalle centrali elettriche civili, i militari più avanzati nella storia del mondo potrebbero essere paralizzati.

Ad esempio, uno studio condotto da un team statunitense ha rivelato i tre modi in cui le fonti di energia elettrica delle basi militari americane sono minacciate e mostra come le forze armate statunitensi potrebbero trarre vantaggio dall’energia solare per migliorare significativamente la sicurezza nazionale.

Valerie Tricarico

Valerie Tricarico is a Defence, Aerospace and Security journalist specialised in C4ISR systems.
%d bloggers like this: