USAF affida a Northrop Grumman lo sviluppo di ICBM di nuova generazione

USAF affida a Northrop Grumman lo sviluppo di ICBM di nuova generazione

La US Air Force (USAF) ha annunciato che Northrop Grumman è stata incaricata di sviluppare i futuri missili balistici intercontinentali (ICBM) degli Stati Uniti dopo che Boeing ha abbandonato il processo.

La scadenza del concorso per le proposte è scaduta lo scorso venerdì con il ritiro di Boeing e Northrop Grumman che ha presentato una proposta. Senza altri possibili offerenti, per impostazione predefinita, Northrop Grumman sembra aver assicurato la concorrenza Ground-Based Strategic Deterrent (GBSD).

Boeing ha dichiarato alla Air Force Technology: “Boeing è frustrato per il fatto che non siamo stati in grado di fare domanda per un’offerta GBSD. Da oltre 60 anni siamo orgogliosi e privilegiati di contribuire al programma ICBM.

La Boeing continua a sostenere una transizione nella strategia di approvvigionamento che porterebbe il meglio degli affari a questa priorità nazionale e mostrerebbe valore al contribuente americano. “Secondo Defense News, il contratto verrà aggiudicato nel quarto trimestre del 2020 con il Capitano Cara Bousie , un portavoce di USAF, dicendo: ‘Ad oggi, il processo di maturazione della tecnologia avanzata e riduzione del rischio è stato completato.

“L’Aeronautica deve negoziare con forza ed efficienza con l’unica fonte. Rimaniamo sulla buona strada per l’aggiudicazione di un contratto nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2020. “Il valore totale del contratto per l’aggiornamento dell’arsenale ICBM degli Stati Uniti potrebbe raggiungere gli 85 miliardi di dollari durante la durata del programma. Fa parte di una più ampia spinta per migliorare e migliorare la triade nucleare investendo in testate portate da bombardieri strategici, ICBM e sottomarini.

La presentazione per il concorso GBSD di Northrop Grumman sarà formata come una collaborazione tra diverse società tra cui Aerojet Rocketdyne, BRPH, Clark Engineering, Collins Aerospace, General Dynamics, Honeywell, L3Harris, Lockheed Martin, Parsons e Textron Systems.

Il progetto di modernizzazione della deterrenza missilistica balistica degli Stati Uniti è iniziato nel 2017, quando Northrop Grumman e Boeing hanno ottenuto contratti triennali per la maturazione della tecnologia e la riduzione del rischio per un valore di oltre $ 300 miliardi. Boeing in seguito si è lamentato del fatto che l’esperienza di Northrop Grumman nel settore ha significato che il contratto era rivolto al cliente.

Boeing ha affermato che l’acquisto di Orbital ATK da parte di Northrop Grumman significa che l’azienda potrebbe vendere un programma più economico e in precedenza aveva indicato la sua intenzione di non competere per la competizione.

L’USAF ha rilasciato una richiesta di proposte per il nuovo sistema ICBM a luglio; all’epoca il sottosegretario alla difesa per l’acquisizione e il sostegno di Ellen Lord disse: “Non c’è margine per fare un altro programma di estensione della vita di servizio su Minuteman III, perché non solo sarebbe più costoso dello sviluppo di GBSD, ma non avresti la resilienza in la capacità perché non avresti l’attrezzatura moderna, non avresti le capacità effettive dal punto di vista del range funzionale (o) capacità della testata ”.

Analisi & Insights

I nuovi missili sostituiranno il sistema di armi BoeingLGM-30 G Minuteman III ICBM, entrato in servizio per la prima volta negli anni ’70. A causa della consegna alla fine del 2020, secondo Boeing, gli ultimi missili dovrebbero essere operativi entro il 2075.

La modifica fa seguito alla Marina americana che ha aggiudicato un contratto da $ 300 milioni a General Dynamics Mission Systems lunedì per aiutare il sistema di controllo del fuoco dei sottomarini missili balistici della flotta Trident II (D-5), il sistema di controllo delle armi d’attacco dei sottomarini missilistici guidati e il supporto della struttura di aiuto dell’attrezzatura .

I missili nucleari a base sottomarina costituiscono un terzo della triade nucleare degli Stati Uniti e sono la pietra angolare del deterrente nucleare continuo in mare del Regno Unito, a bordo del sottomarino di classe Vanguard e la sua sostituzione della classe Dreadnought.

Valerie Tricarico

Valerie Tricarico is a Security journalist specialized in C4ISR systems. She covers transnational security issues, such as international relations, terrorism, insurgency, state stability, organized crime, WMD proliferation and cybersecurity, as well as trends within OSINT analytics and news reporting on developments in the global intelligence community.
%d bloggers like this: